Time>TIME: CARPE DIEM

TIME: CARPE DIEM

TIME: CARPE DIEM

TIME: CARPE DIEM

“CARPE DIEM, Cogliete l'attimo ragazzi, rendete straordinaria la vostra vita" - Robin Williams in "L’attimo fuggente"

Il Tempo, è uno degli argomenti più complicati che abbiamo mai sfidano l'umanità. Tentiamo da sempre, ma trovare una vera definizione continua a sfuggirci ancor oggi. La maggior parte delle civiltà del passato credevano che il tempo fosse rinnovabile ed infinito, poiché tutto in natura mostra una sorta di morte e risurrezione ciclica, le stagioni, le notti che scendono e i giorni che nascono, le maree e la luna.

Allora la mitologia spiegava tutto: i greci avevano Kronos considerato distruttivo e devastante, gli egiziani Ra, il sole e Khonsu, la luna, che correvano intorno alla terra segnando il passare del tempo. In passato la mitologia era essenzialmente un modo per descrivere eventi e spiegare i fenomeni naturali. I filosofi dell'antica Grecia, fecero grandi sforzi per comprendere e definire il Tempo, credevano che l'universo avesse un passato infinito e nessun inizio. Invece, durante il Medioevo, con la diffusione del cristianesimo, si è evoluto il concetto dell'universo che ha un passato finito e un preciso inizio. Sant'Agostino, uno dei principali influenzatori della cultura occidentale, ha trattato la materia in modo diverso ancora, suggerendo che forse il tempo è un prodotto illusorio della nostra mente, come un'impressione. E se S. Agostino avesse ragione? Quindi il tempo è un'illusione della mente umana?

"Nel momento in cui smetti di imparare, allora sei morto" - Jack Nicholson

Il tempo è un aspetto importantissimo nella nostra vita ed è difficile anche solo pensare di poterlo concepire in maniera diversa. Nell’idea convenzionale è diviso in 3: passato, presente e futuro. Il primo definito e immutabile, il presente ed il futuro, sconosciuto e imprevedibile. Ci sentiamo spinti lungo quello che sembra un fiume che scorre inesorabilmente in avanti verso il futuro lasciando indietro il passato. Prendiamo, per esempio, il concetto capitalistico del tempo, si parla effettivamente di denaro. In una società orientata al profitto, il tempo scarseggia, scorre troppo veloce e se vuoi trarre vantaggio dal suo passaggio, devi scattare. Nel mondo occidentale parliamo di budget, di sprecare, spendere e di risparmiare tempo. Questo sembra abbastanza logico, ma le “missed opportunities” possono essere quantificate in termini monetari? La pianificazione e la monetizzazione efficace del tempo è una pratica comune negli Stati Uniti e nell'Europa settentrionale (con la loro etica del lavoro protestante, più lavori, più soldi farai). Questa idea, tuttavia, è meno vera nei paesi dell'Europa meridionale, in cui l'autorità, il privilegio e il diritto di nascita potrebbero svolgere un ruolo importante sul valore del tempo di un individuo. Per la cultura araba o latina il tempo è un fattore soggettivo, non importa quello che dice l'orologio.

“Ero una donna frenata, ma non sono una ribelle senza un motivo" - Angelina Jolie

In alcune culture orientali, tuttavia, il tempo non viene considerato lineare, ma ciclico. Se ci si pensa, il tempo ciclico è decisamente vantaggioso. Sembra essere un'offerta illimitata e, come dicono in Oriente, quando Dio ha fatto il tempo, ne ha fatto in abbondanza. Gli asiatici non corrono verso il loro destino con la paura sprecare il proprio tempo, sanno che tutto torna, le opportunità ed i rischi si ripresenteranno.

"Vivi come se dovessi morire domani. Impara come se dovessi vivere per sempre" - Gandhi

La tribù amazzonica Pirahã, semplicemente non ha un concetto di tempo oltre il presente e, per loro, il futuro non esiste. Non hanno alcun riferimento ai loro antenati o eroi del passato, la parola “passato” o qualsiasi altra cosa che esprima il concetto di futuro nel loro vocabolario non c’è, in quanto tutto esiste solo nel "qui ed ora". I Pirahã non hanno alcun desiderio di ricordare da dove provengono e questo è il motivo per cui non raccontano storie. Pertanto, anche se può essere difficile per molte persone provenienti da culture “dipendenti” dal tempo, comprendere la filosofia della tribù Pirahã, possiamo ancora imparare una lezione importante: vivere ogni momento al massimo.

Oggi ci sentiamo come potessimo essere o ottenere qualunque cosa, ma non possiamo risparmiare né guadagnare tempo per il futuro. Più ci rendiamo conto quanto sia una risorsa scarsa e preziosa più il suo valore aumenta. Potremmo pensare che il tempo è a tutti gli effetti l’ultima forma del lusso? Libero e primordiale, puro e genuino, che non si fa imbrogliare, per il quale rimaniamo tutti uguali. Dovremmo essere saggi e cercare di non sprecare momenti facendo qualcosa che non amiamo, dobbiamo respirare e godere del nostro tesoro accessibile. Anche per quelle persone che hanno tutto, il tempo è rimasto il vero lusso. Il lusso è il tempo, per sé stessi, da passare con i propri cari, per fare quello che si vuole, un momento per perdersi. È’ il bello di potersi dedicare a quello che ci fa sentire vivi, al massimo, assaporando ogni emozione.

"Oggi viviamo in un mondo in cui tutto scorre veloce, come un vortices: cose che dovremmo fare, perseguire. Possiamo ancora accorgerci che stiamo solo seguendo un sistema che ci toglie splendidi istanti, la vita sembra scivolare via, noi rimaniamo intrappolati. Possiamo ancora evadere, regalandoci del tempo, TIME, oggetti unici e personali con la propria storia e anima, che si adattano a te come la tua cosa preferita. Questo è il mio modo di vedere le cose, nel mio lavoro e nella mia vita"

Franco Tucci

Prodotto è stato aggiunto al tuo carrello
Quantità
Totale
Ci sono 0 articoli nel carrello. C'è 1 articolo nel tuo carrello.
Totale prodotti
Il trasporto totale  Essere determinati
Totale
Continua a fare acquisti Procedere al checkout